Onere della prova nelle prestazioni sanitarie semplici e routinarie

Una recente pronuncia della Suprema Corte di Cassazione ha ribadito l’orientamento per il quale, nei casi di responsabilità medica, spetta al professionista provare la correttezza del proprio operato e non al paziente che lamenta il danno, in tutti quei casi in cui la prestazione sanitaria del pr...
Read More

La polizza “claims made” non si adatta alla responsabilità medica

La Corte di Cassazione, a Sezioni Unite, con la recente sentenza n. 9140 del 6 maggio 2016, ha statuito che le polizze claims made, anche se valide, non si adattano bene alla copertura degli errori dei medici. Questi contratti garantiscono il risarcimento ai pazienti che abbiano subito un danno da r...
Read More

Il ritardo diagnostico va risarcito

Si può parlare di responsabilità per diagnosi in ritardo anche quando la malattia avrebbe comunque condotto alla morte? La Suprema Corte sostiene che non importa se il morbo avrebbe fatto in ogni caso il suo corso. Il paziente, a causa dell’errore del medico specialista, perde l’opport...
Read More

Errore del medico di base? Paga la ASL

Una recente pronuncia della Cassazione, la n. 6243 del 2015, ha riconosciuto, in controtendenza rispetto a quanto finora affermato dalla giurisprudenza, la responsabilità civile della ASL, ex art. 1228 cc (responsabilità per fatto degli ausiliari), nel caso di errore del medico di medicina general...
Read More

Clinica o chirurgo, chi paga il danno?

Quando il chirurgo che opera nella casa di cura sbaglia, chi paga? Il Tribunale di Vigevano, con una sentenza del 9 maggio 2013 (fonte Ridare), ha stabilito che debba risarcire il danno solamente il medico, se emerge chiaramente che il rapporto professionale sia nato soltanto nei suoi confronti e ch...
Read More